Il topos del locus amoenus nella letteratura italiana del medioevo e del rinascimento

9,56 lei

În stoc

Descriere

Il locus amoenus viene definito come un procedimento retorico-poetico in grado di descrivere un quadro naturale piacevole che dispone di un minimo di elementi costitutivi necessari, i quali, a loro volta, vedremo nelle analisi dei testi, possono sottomettersi, a seconda delle tendenze dell’epoca, a vari e notevoli arricchimenti.

Di certo, prendiamo quale norma il canone offerto da Ernst Robert Curtius e realizzato in base agli esempi ricavati dalla tradizione classica grecolatina, nonché dalla tradizione romanza dei poemi cavallereschi. Se tali modelli sussistono a qualsiasi ulteriore elaborazione del topos, essi si rivelano insufficienti per la sua completa determinazione.

È stato D’Arco Silvio Avalle a sottolineare la carenza dello studio, peraltro fondamentale, di Curtius, e a scandire un’altra fonte essenziale, identificata nel Cantico dei Cantici, che introduce due nuove valenze: il giardino delle delizie, da una parte, e la donna quale locus amoenus, dall’altra.

ISBN 978-973-610-780-1

Informații suplimentare

Greutate 0.43 kg

Recenzii

Nu există recenzii până acum.

Fii primul care adaugi o recenzie la „Il topos del locus amoenus nella letteratura italiana del medioevo e del rinascimento”

Adresa ta de email nu va fi publicată. Câmpurile obligatorii sunt marcate cu *